Olbia e dintorni: alla scoperta di Orosei

Dici Sardegna e pensi immediatamente alla meravigliosa Costa Smeralda. In realtà, l’isola sarda ha molto altro da offrire a turisti e viaggiatori, a partire da Olbia e Orosei.

In particolare nei dintorni di Olbia, nella provincia di Nuoro, c’è l’affascinante borgo storico di Orosei che dà il nome all’omonimo e suggestivo Golfo. Una zona che presenta meravigliose spiagge con acqua cristallina e molteplici luoghi di interesse storico – culturale.

Il Golfo di Orosei, paradiso naturalistico e balneare

Orosei, ubicato nella Costa Orientale della Sardegna, è un piccolo borgo che conta poco più di 7 mila abitanti. Per gli amanti del mare e delle spiagge, Orosei ha molto da offrire con i sui circa 20 km di costa. Si possono trovare diverse località da prendere in considerazione per un soggiorno come Marina di Orosei, Su Barone, Osala, Cala Ginepro, Sas Linnas e tante altre.

Cala di Osalla, Orosei

Tra l’altro il Golfo di Orosei è quanto mai appetibile anche da un punto di vista turistico per gli incredibili paesaggi naturalistici. Questo grazie da un lato al passaggio del fiume cedrino e dall’altro alle tante insenature che terminano a strapiombo sul mare.

Il Golfo, inoltre, fa parte del Parco nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu. Una zona che si estende per quasi 74 mila ettari presentando una ampia varietà di animali, di piante, alberi ma anche tantissimi luoghi di interesse. Ad esempio il Monumento naturale Perda ‘e Liana, il Punta Goloritze e il Perda Longa di Baunei. Luoghi di straordinaria bellezza che sono stati sagomati nei millenni dalla sapiente opera creativa della Natura.

Orosei: tra storia, cultura e tradizioni

Orosei è un borgo di origini romane ricostruito sulle rovine di un precedente insediamento nuragico intorno al secondo secolo. Ebbe grande importanza grazie alla sua posizione geografica. Trovò il suo massimo splendore nel XII secolo in ragione della presenza della più importante sede della curia del Giudicato di Gallura.

Golfo di Orosei

Grazie alla sua millenaria storia, Orosei presenta diverse architetture religiose, militari e civili di interesse per turisti e viaggiatori. Tra le più affascinanti c’è la Chiesa di San Giacomo Maggiore dedicata al Santo Patrono di Orosei. Una struttura costruita nel corso del Trecento anche se terminata soltanto nella fine del Settecento in stile barocco con una facciata colorata di bianca.

Considerata tra le opere più suggestive dell’intera Sardegna, è divisa in tre navate ed ha un bellissimo campanile che si erge imperioso su tutto il borgo. Altrettanto caratteristica è la Chiesa delle Anime la cui costruzione è stata ugualmente completata nel corso del Settecento.

Piuttosto ampia è l’offerta turistica anche perché è alla ricerca di strutture militari come la Torre di Sant’Antonio Abate e la vecchia prigione. Da ricordare anche alcuni rilevanti siti storici come il Nuraghe Rampinu e il villaggio nuragico di Sa Linnarta.

Orosei si trova, peraltro, anche nelle vicinanze di altri importante luoghi di interesse turistico. Il Parco Letterario dedicato alla scrittrice Grazia Deledda e gli affascinanti siti storici di Serra Orrios e S’Ena e Thomes.

Antico megalitico Serra Orrios Villaggio Nuragico in Sardegna

Insomma, la zona di Orosei senza dubbio è meno conosciuta rispetto alla Costa Smeralda, ma è altrettanto attraente. Perfetta per turisti alla ricerca non solo di splendide spiagge e paesaggi naturalistici ma anche di tradizione, storia e cultura. Scopri subito le offerte pensate per la tua vacanza ad Orosei!